Uretrocistoscopia

L’uretrocistoscopia 
è
 la
 procedura
 endoscopica 
che 
permette 
l’ispezione
 delle
 vie
 genito‐urinarie 
mediante 
l’impiego
 di
 sonde 
rigide
 o 
flessibili.

 La
 variabilità
 di 
specie
 (cane,
 gatto), 
il
sesso 
(maschio,
 femmina) 
e 
la 
taglia
 del
 paziente 
(alano,
 yorkshire)
 rendono 
necessario 
l’utilizzo 
di 
strumenti
 di 
diverse
 dimensioni.
 E’
 indispensabile,
 quindi
 che 
l’operatore 
sia
 fornito
 di
 una
 strumentazione 
adeguata 
al
 fine 
di 
ottenere
 maggior
 risultato 
diagnostico 
e 
poter
 eseguire
 protocolli 
terapeutici
 mirati.
 L’esecuzione 
di 
una 
valutazione 
endoscopica 
delle 
vie 
urinarie 
è 
finalizzata 
ad:

1) identificare
 alterazioni 
morfologiche 
della 
parete 
(cistite, 
uretrite, 
neoplasie)

2) raccogliere
 materiale 
estraneo 
e/o 
patologico 
da 
destinarsi 
alle 
indagini
 laboratoristiche 
e 
cito/istopatologico 
(sangue, 
materiale 
necrotico, 
purulento,
 calcolosi)

3) identificare
 alterazioni 
strutturali 
congenite 
e o 
acquisite 
(ureteri
ectopici, stenosi,
 ectasie)


4) risoluzione 
terapeutica
 delle 
utolitiasi
 (calcosi) 
mediante
 asportazione 
e/o
 litotripsia

Registrati o accedi all'area riservata per scaricare ulteriori informazioni in PDF.