Endoscopia del grosso intestino

La visualizzazione diretta della superficie mucosale della regione della valvola ileociecocolica e del tratto colonretto è indicata ogni qualvolta siano presenti segni clinici ricorrenti o persistenti riferibili a questo compartimento.
Le manifestazioni cliniche più frequenti contemplano la diarrea cronica, la dischezia (dolorabilità alla defecazione), il tenesmo (tentativi improduttivi di defecare), la presenza di feci mucoidi, l’ematochezia (sangue rosso vivo nelle feci) e/o il cono fecale striato di sangue.
Dopo aver escluso tutte le altre diagnosi (infettive,parassitarie e metaboliche) si procede con l’esplorazione e lo studio di quest’organo.
La valutazione endoscopica consente:
1) identificare alterazioni morfologiche mucosali e parietali a carico del retto, colon ed attraverso l’intubazione della valvola ileale, del tratto distale dell’ileo (tale manovra è da considerarsi utile in corso di grave dimagramento e/o sospetta malattia del tenue terminale)
2) raccogliere campioni adeguati per l’allestimento di preparati cito/istopatologici
3) asportazione di lesioni similmassa a carattere polipoide (polipectomia)...

Registrati o accedi all'area riservata per scaricare ulteriori informazioni in PDF.